Archivio per aprile, 2004

30 aprile 2004

Viva il Moige (?)

Io non capisco una cosa:
Tutti se la prendono col Moige (che non linko). Perché?

Io me la prenderei piuttosto con chi ha preso in considerazione il parere del Moige, considerandolo autorevole e rappresentativo.

Come spesso accade il bersaglio è quello sbagliato (e più debole).

gattostanco @ 11:22 - Commenti (10)

Melius bloggare quam deficere

Ai primi di giugno si terrà a Napoli un fondamentale convegno sulla blogosfera.
L’iniziativa, promossa dall’Università degli Studi di Napoli Federico II, si articolerà in quattro giornate sui macroargomenti attualmente fonte di maggior dibattito sia sui blog e sia all’esterno:
weblog e politica;
weblog e informazione;
weblog e critica;

I relatori chiamati a coordinare i lavori sono di tutto rispetto e rappresentano parte delle voci più attente e dinamicamente coinvolte nel processo evolutivo e di analisi del panorama italiano relativo ai blog (ai weblog).
Il blog di riferimento blogosphere.it (Culture Digitali), associato al convegno, raccoglierà interventi e opinioni per costruire una base di confronto in preparazione al convegno stesso. Il blog è aperto ai contributi di coloro che chiederanno l’accesso come autori junior.

Se di norma sono scettico riguardo a simili iniziative, spesso incentrate nell’amplificare l’ovvio o la visione personale del singolo intervenuto, in questo caso sono convinto che le persone coinvolte e le rilevanze politiche e sociali (ed economiche, naturalmente) delle tematiche inserite nel progetto porteranno ad una discussione seria e stimolante, se non certo risolutrice, riguardo alle enormi potenzialità di comunicazione e di influenza sulla formazione e sulla trasmissione delle informazioni e delle opinioni sia all’interno della blogosfera e sia da questa verso l’esterno.

Infine concordo con la simpatica perplessità di giuliomozzi relativa al motto "In Weblog we trust" del bannerino relativo al blog del convegno.
L’adattamento di un motto latino, ad esempio, avrebbe reso maggiormente l’idea di un convegno incentrato sugli aspetti italici della realtà blog.
Curiosamente, e per coincidenza, giusto ieri ci si dilettava sul Diario dei Diari a trovare nuovi motti latini da adattare ai blog.
Io ho suggerito questi:
Cave blog
Duro blog sed blog
Blog non verba
Blog mundus minor
Melius bloggare quam deficere
Quot blog tot sententiae

Aggiornamento:
Il bannerino ufficiale dell’iniziativa è stato modificato e il motto "In Weblog we trust" è stato eliminato.
Il nuovo bannerino ha scortesemente sostituito il precedente anche nel link relativo.
Del resto sul blog ufficiale si precisa che: "Poichè il weblog crescerà con noi tutti, in futuro avremo nuovi banner.".

Io sciocco e suscettibile, ho tolto il bannerino.

gattostanco @ 11:04 - Commenti (3)

29 aprile 2004

Al Diario dei Diari mi si prende in giro :D

Al Diario dei Diari la settimana di Alessioblog procede alla grande con positivi spunti di riflessione sui blog e sulla loro teorizzazione socioculturale.

Oltre a questo, si trova il tempo per irridere simpaticamente un povero blogger (io, e chi se no?). A me piace quando le opinioni si confrontano su di un piano dialettico basato sul rispetto e sull’ascolto coll’intenzione di tenere lontane ogni sterile polemica. Se poi c’è anche il sorriso allora adoro partecipare alle "conversazioni" anche in via indiretta.
Spero nessun altro sottoscrivi sottoscriva l’appello per avere in futuro un’altra mia settimana al Diario dei Diari. …Soprattutto dopo il personale recente sconvolgimento riguardo al tempo trascorso in rete.
La mia prima settimana la ricordo ancora. E ricordo il tempo che dedicavo a scartabellare i post delle ultime ventiquattr’ore.
Fu divertente e appassionante, ma da panico.

Aggiornamento:
Ringrazio Toni per la segnalazione del monumentale errore (la distanza sulla tastiera tra la "a" e la "i" m’impedisce ogni abbozzo di giustificazione). E rinnovo l’affermazione che questo blog accetta e ritiene utili tutte le segnalazioni di errori o svarioni digitali (certo numerosi).

gattostanco @ 12:50 - Commenti (8)

Principe, grazie: 100 risposte.

Principe ha dedicato un tributo a gattostanco.
Assolutamente da leggere e da commentare.
Sono allegramente commosso, sinceramente colpito e immeritatamente compiaciuto.
Ovviamente avrei molti distinguo da esprimere e qualche commento autoironico da inserire in calce al post di Principe, ma un certo stile mi impone di non farlo.
Principe si chiede che uomo sia in realtà la persona che resta dietro a gattostanco.

In modesto ringraziamento al suo post celebrativo, ho risposto a quasi tutte le 100 domande risaltate fuori di recente in rete. Qualcuna è proprio stupida. Anche molte mie risposte sono molto stupide.

1) Come ti chiami?
[omesso]
2) Ti piace il tuo nome?
Molto. Mi piace ascoltarlo attraverso le voci degli altri. Non è particolarmente comune e se lo sento chiamare, mi volto per vedere la faccia del mio omonimo. Mia moglie non mi chiama mai col mo nome.
3) Come si dovrebbe chiamare la donna della tua vita?
È giá un successo se presta attenzione, a prescindere dal nome.
4) Se dovessi indicare 5 cose per cui vale la pena vivere cosa diresti?
Ridere, l’amore, il salame, una splendida giornata, la curiosità.
5) Se vincessi dieci milioni di euro cosa ti compreresti come prima cosa?
Una piccola casa editrice o una macchina nuova.
6) Al mare che costume metti?
Uno dei miei, a pantaloncino con almeno una tasca. Così esco al mattino con i miei pantaloncini e non devo pensare ad indossare il costume. Asciutti possono essere un normale indumento per bighellonare.
7) Come ti vesti di solito?
Male, ma a strati se posso. Mia moglie m’impedisce di acquistare camicie "avaiane". Ne ho una arancione veramente bella, che non indosso da almeno quattro anni. I maglioni non mi entusiasmano, uno vale l’altro.
8) Le prime tre caratteristiche fisiche che guardi in una donna? [omesso], il sorriso, [omesso]. Sono convinto che l’impressione d’insieme del primo istante influisca molto sulle traiettorie che compie lo sguardo quando mi ritrovo a guardare istintivamente una donna. Insomma, dipende da chi ho di fronte.
9) Cosa ti fa innamorare in una persona?
Non ne ho la più pallida idea.
10) Se lei tradisce perdoni?
Se torna, dopo averle rotto le gambe (condanna minima, e se compie le indagini il Ris ci scappa pure l’assoluzione)
11) Di solito compri le cianfrusaglie dei “marocchini”?
No.
12) Di solito fai l’elemosina agli zingari?
No. Raramente lascio soldi per strada. A meno che non si tratti di qualche giovane flippato o qualche bevuto barbone.
13) Sei di sinistra o di destra?
Mah, oramai non lo so più. Non vorrei scrivere una banalità, ma secondo me non esiste più né l’una e né l’altra.
14) Che indumento ti eccita di più in una persona che ti piace?
[omesso]. Che non sia solo da guardare.
15) E’ vero che gli occhi sono lo specchio dell’anima?
A volte.
16) Credi al colpo di fulmine?
No. O meglio: non ci credo per la costruzione di un rapporto a lungo termine. Se inteso come semplice scintilla iniziale, certamente.
16bis) Sei innamorato?
Si.
18) Il tuo piatto preferito?
Sono un orgoglioso pastasciuttaro: lasagne al forno spruzzate di fusilli saltati in padella con contorno di tortellini panna e prosciutto e qualche gnocco al pesto.
19) Un piatto che ti disgusta?
Crostacei. Come dice spesso un mio caro amico: "Se il buon Dio avesse voluto che noi li si mangiasse, non li avrebbe fatti così schifosi a vedersi". La mia, comunque, è una sovrastruttura culturale.
20) Ti piace il minestrone?
Riscaldato il giorno dopo con i crostini, non sovente però.
21) Come dovrebbe essere, in cinque aggettivi, la donna della tua vita?
Sveglia, curiosa, sorridente, divertente e stimolante. Mia moglie, dato che mi ha sposato, evidentemente manca della prima condizione che cito.
22) Se fosse in tuo potere di risolvere un grande problema – uno solo – che affligge l’umanità su cosa cadrebbe la tua scelta?
La profonda e fertile stupidità umana.
23) Credi in Dio?
Credo in Chiunque Sia, ma dubito che creda in me.
24) Sei religioso?
Forse, a mio modo. Rispetto il credo altrui.
24) Ritieni che l’Occidente sia superiore alle altre civiltà del mondo?
Che domanda scema e densa di pregiudizi. Al mondo, di civiltà, ne vedo ben poca. E, precisando, anche l’Occidente è assai "vasto".
26) Per cosa ti batteresti fino al rischio della vita?
La vita.
27) La violenza serve a risolvere i problemi?
Assai di rado. Funziona solo quando è annientante.
28) Meglio grassi o magri?
Sereni.
29) Bacio con lingua o senza?
Con chi, quando e a quale età?
30) Quanto è importante il sess* in un rapporto?
L’aspetto fondamentale è che sia considerato in maniera più o meno simile nelle persone coinvolte dal rapporto.
31) Ti potresti mai innamorare di una persona che non ti piace fisicamente?
La prima volta che mi sono innamorato ho scoperto che era la persona più bella ed attraente dell’universo. Quindi non credo sia possibile dare un risposta ragionata. Nel valutare la persona di cui sono innamorato dal punto di vista fisico non ho la minima oggettività implicitamente richiesta dalla domanda.
32) La castità secondo te è un valore?
Non lo so. A volte. Non credo sia un valore in quanto tale, ma che possa esserlo in base al significato riversato da ogni persona.
33) Hai mai praticato il sess* orale?
Che domanda tenera e adolescenziale, mi ringiovanisce non poco.
34) Ti piace disegnare?
Scarabocchio. A me piacerebbe fare lo scultore alla Pomodoro.
35) Cosa disegni di solito?
Linee, quadrettini, geometrie storte, ghirigori…
36) Chi è stata la prima persona di cui ti sei innamorato?
Una mia ex conosciuta al mare (il senso di questa domanda mi è oscuro).
37) Hai mai molestato sessualmente qualcuno?
Sì, mia moglie, inutilmente :D
38) Sei mai stato molestato?
Sì. Voleva vendermi delle cose e pensava che una potente strusciata mi avrebbe fatto compilare agevolmente un assegno. Da allora ho il dubbio di avere un certo tipo di faccia o di espressione che possa spingere a certi comportamenti un certo tipo di venditrici. Mi lascio abbindolare dal senso materno nelle donne, non da altro (questa è una confessione importante).
39) Cosa ti infastidisce di più al mondo?
L’arroganza.
40) Chi è il tuo regista italiano preferito?
Sergio Leone, ma non ricordo mai i nomi. Non ho mai visto per intero un film di Fellini.
41) Il tuo programma tv cult?
SuperGulp.
42) Cosa non ti compreresti mai?
Una barca a vela.
43) Cosa non regaleresti mai?
Un quadro. Me ne hanno regalati un paio, e non posso nemmeno riciclarli.
54) In vacanza dove e con chi?
Eh, saperlo… Con la moglie. …A dire il vero mi piacerebbe rifare un bel viaggio "on the road" con lei e la mia compagnia più ristretta. Ma non troveremo mai l’accordo.
55) Matrimoni gay, favorevole o contrario?
Tendenzialmente favorevole. Sono contrario alle coppie di fatto: o sposati, o niente. Non comprendo la necessità di sancire la creazione del concetto di unioni di serie B. O si convive, senza i doveri e senza i diritti dell’essere formalmente uniti davanti alla società, o ci si sposa. I compromessi non mi sembrano utili ad alcuno.
56) Invidi qualcuno?
Certo: coloro che sono sempre tranquilli e sereni "de testa, de core e de panza".
57) Hai mai fatto a botte?
Sì. Ma ero un appena un bambino. Dopo la prima volta, ho sempre tentato di colpire forte e per primo seguendo il consiglio di buonanima di mio padre. Poi sono cresciuto.
58) Hai mai provato attrazione per una persona del tuo stesso sess*?
Un paio di volte, ma non avevo capito che eravamo uguali. La seconda volta ero ad una festa. Tutti e due avevamo frainteso e quando ci rendemmo conto, ci venne una tremenda ridarola. Era una persona squisita e ci divertimmo molto a prendere in giro gli altri invitati.
59) Cosa ti piace fare nel tempo libero se rimani a casa?
Stare vicino a mia moglie. Leggere, scrivere, mangiare, coccolare il gatto. O semplicemente restarmene a casa.
60) E se esci fuori?
Cercare un punto tranquillo dove ascoltare o parlare. A volte cerco di non annoiarmi. L’importante è che ci siano posti a sedere.
61) La frase più stupida che hai sentito?
Non riesco a sceglierne una.
62) Quella più intelligente?
L’uomo, a parte la tecnologia, rimane sempre uno stupido bestione aggressivo. La donna ora avrebbe la tecnologia per fare a meno dell’uomo, ma -inspiegabilmente- tentenna.
63) Cantante preferito?
Vasco dei tempi che furono.
64) Ti piace cantare?
Moltissimo se sono solo in auto con la radio a palla, ma detesterei ascoltarmi.
65) Legalizzare le droghe leggere, d’accordo o no?
Bah, le sigarette, il caffè e gli alcolici lo sono già.
66) La guerra in alcuni casi può essere giustificabile?
No.
67) Il tuo scrittore preferito?
Sono io.
68) Un libro che consiglieresti?
"Sopravviveremo al 1982?"
69) Cosa pensi di questo governo? Lo hai votato?
Ha la maggioranza. Il voto è segreto.
70) Che sport pratichi? Il sollevamento del gatto, il fracassamento dei mouse e l’apertura barattoli.
71) Poseresti mai nudo per una rivista?
Certo, peccato solo mi costerebbe troppo pagare la pubblicazione delle immagini.
72) Gireresti mai un film porn*?
No. Sarebbe un polpettone.
73) Hai mai odiato qualcuno?
Sì, spesso e con tutto il cuore; poi me ne sono dimenticato. In alcuni casi ho preso appunti, ma ho perso anche quelli. Se posso, però, mi vendico anche a distanza di tempo.
74) Se potessi far scomparire qualcuno con uno schiocco delle dita chi faresti scomparire?
[omesso]
75) Quanto è importante nella vita il lavoro?
Poco, se privo di soddisfazioni.
76) Il tuo sogno più grande?
Essere l’imperatore assoluto.
77) Convivenza o matrimonio?
Prima l’una e poi l’altro.
78) Gli uomini e le donne quanto sono uguali e quanto sono diversi?
Non capisco la domanda. Mi appare il massimo del tentativo di generalizzare. Possibile risposta: molto e poco.
79) Il peggior difetto dell’altro sess*?
La memoria duttile ai propri scopi.
80) Qual è la tecnica seduttiva a cui non sai resistere?
[omesso]
81) Ti masturb*?
Ma che razza di domande…
82) Ti piacciono gli animali? Quali?
Sì, tutti tranne molti esemplari umani.
83) Caccia, sei contro o a favore?
Istintivamente sarei contrario. Però non riesco a scinderla dalla pesca.
84) Meno tasse e meno servizi o più tasse e più servizi?
Una delle due, basta che si decida chi ha il mandato per farlo. Non si può continuare con più tasse e meno servizi.
85) Il tuo gioco da tavolo preferito?
Risiko (che domande!)
86) Il tuo vino preferito?
Fresco, senza troppe bollicine.
87) Il tuo sogno er*tico più hard?
[omesso]
88) Scuola e sanità: pubbliche o private?
Fosse così semplice… Ad esempio per la scuola la devastazione dei programmi, dei canoni di valutazione del merito, della formazione dei docenti e la competizione fra istituti ha già provocato enormi danni che il Paese inizierà ben presto a pagare.
89) Che squadra di calcio tifi?
Una che non compra le partite, accidenti! Forza Genoa!
90) Se tuo figlio/a fosse gay sarebbe un problema?
Per me: mi auguro di no. E vorrei non lo fosse nemmeno per lui o lei.
91) Cosa ti rifaresti dal chirurgo plastico?
Al momento, nulla.
92) Hai mai fatto pensieri sconci sulla persona che ti ha spedito questa mail?
No.
93) Credi alla superiorità della razza bianca?
L’imbecillità non ha colore, purtroppo.
94) Credi alla magia e al paranormale?
E alle streghe e ai dati Istat sull’inflazione e …
95) Gli alieni esistono?
O esistono, o sono esistiti o esisteranno (credo l’abbia detto Rubbia).
96) Il tuo pittore preferito?
Si tratta di un mio conoscente. Impiega un anno a dipingere un quadro e tiene nascoste le sue opere. A prima vista sembra un pazzoide, ma i suoi quadri sono estasianti.
97) La città dove vorresti vivere?
In un paese. Mare. Clima temperato. Nessun turismo. A tre chilometri dalla in-civiltà.
98) Dì qualcosa alla persona che ti ha mandato questa e-mail? [omesso]
99) Credi nelle pari opportunità tra i sessi?
Dovrebbe essere una questione ormai superata. Credo nella pari opportunità tra le persone.
100) Cosa pensi dell’altro sess*?
Splendido.
101) Ti piaci?
Sì.

gattostanco @ 10:46 - Commenti (15)

28 aprile 2004

gattostanco, Buon compleblog!!!

Ieri, il calcolo ipotetico del mio tempo trascorso nella blogosfera (al termine del precedente post) mi ha coinvolto particolarmente.

Ora festeggio con un bicchiere qualsiasi il compleblog di gattostanco.
Metà rum cubano "riserva".
Metà succo d’arancia rossa.

Mi piace bloggare. Tempo ben speso.

Negli ultimi tempi cercavo di immaginare cosa avrei scritto questa sera. Ed ora l’unico pensiero serio è che inizio ad invecchiare: ho aggiunto del ghiaccio.

gattostanco, Buon compleblog!!!

gattostanco @ 00:58 - Commenti (63)

27 aprile 2004

Blog: 48 giorni in un anno

Le statistiche di un anno di gattostanco.
Con un giorno d’anticipo inserisco un po’ di numeri.

Gli unici dati di accesso alla sola pagina principale di gattostanco (singole pagine dei post escluse) riguardanti l’intero anno sono forniti dall’unione dei risultati di due contatori eXTReMe:
eXTReMe solo home di gattostanco:
Dal 2 maggio 2003 al 6 febbraio 2004.
Il contatore registra ancora saltuariamente una visita nonostante non sia presente su alcuna pagina web. Ho arrotondato i numeri per difetto alle centinaia inferiori.
accessi unici 22.300 pagine 25.500
eXTReMe solo home di gattostanco:
Dal 9 febbraio 2004 al 27 aprile 2004.
accessi unici 9.256 pagine 10.505
Sommando i numeri (pur con il "vuoto" di un paio di giorni a febbraio nei momenti convulsi della fuga dai blog di Clarence) si ottengono questi dati approssimativi:

accessi unici 31.556 pagine 36.005

I contatori forniti da eXTReMe hanno sempre presentato statistiche d’accesso inferiori rispetto ai contatori di Shinystat, peraltro quest’ultimi inseriti in gattostanco (uno per la pagina principale ed uno per le singole pagine dei post) successivamente all’avvio del blog e in tempi diversi. Inoltre il contatore principale fornito da Shinystat lo trasferii temporaneamente anche sulla mia casetta al mare su Splinder tra la fuga da Clarence e l’accoglienza da parte di Anomalia Grafica.
Per queste ragioni il counter principale di Shinystat riporta dati maggiori pur essendo attivo solo dal 15 luglio 2003 (al momento, accessi unici: 32.330 – pagine viste: 38.834).

Altri numeri interessanti (per me) sono quelli relativi al mio bloggare.
Il numero degli interventi sul vecchio gattostanco è di 990 post con 3.014 commenti.
Sul presente gattostanco il numero degli interventi, escluso il presente, è di 180 post con 948 commenti.

Totali: 1.170 post con 3.962 commenti.

Ma quanto tempo ho dedicato ai blog?
Se ipotizzo (credo per difetto) una media di un’ora davanti ad un blog (il mio per scrivere e commentare o quelli degli altri blogger per leggerli) per ogni intervento che ho scritto e postato, e moltiplico per il numero dei post 1.170 ottengo un migliaio di ore.
Se divido per ventiquattro per ottenere il risultato in giorni, ottengo 48,75 giorni.
In un anno, ho passato un mese e mezzo nella blogosfera. Ma è possibile?

Sono pensieroso

gattostanco @ 12:21 - Commenti (6)

26 aprile 2004

BlogItalia: tutti bocciati!

Dopo il mio giocare on-line su BlogItalia a chi votava di più dell’altro giorno (non linko dove ne ho commentato su gattostanco), ho fatto sporadiche visite al sito.
Questa sera ho notato l’azzeramento dei voti di gattostanco e di alcuni altri blog (se sia avvenuto con tutti o pochi, non lo so).
Non ho idea di quando sia avvenuto l’azzeramento. Operazione che approvo in pieno: avevo persino tentato di eliminare gattostanco da BlogItalia, ma l’operazione non riesce dato che il sistema mi restituiva un messaggio d’errore essendo il blog registrato in alcuni "segnablog" altrui. Ora non è più necessario.
Con mio grande divertimento ho notato che apparentemente qualcun altro si è accorto per tempo dell’azzeramento e ha ripreso a votarsi, ma non contento e soddisfatto, ha ripreso a votare negativamente tutti gli altri blog. Solo così si spiega la miserrima media dei voti collezionata da tutti i blog registrati in BlogItalia al momento.

Mi risulta molto difficile accettare che nemmeno uno delle centinaia di blog inseriti negli archivi di BlogItalia non si meriti un voto discreto dato da visitatori effettivi e interessati.

gattostanco @ 21:48 - Commenti (11)

Incredulo “Orgoglio”

Non ci posso credere.
Domenica, ore 8:00 Occasione persa con la gattoconsorte.
In seguito, finalmente sveglio, ho iniziato a fare le fusa:
ore 09:00 No, devo prepararmi per la messa.
ore 10:00 No, dobbiamo pulire i balconi e altro.
ore 11:00 No, dobbiamo andare alla "fiera della casa"
ore 13:00 No, dobbiamo pranzare.
ore 14:00 No, devo fare un riposino.
ore 15:30 No, devo correggere dei compiti.
ore 17:00 No, devo prendere il the con [nome].
ore 18:30 No, dobbiamo fare delle ricerche in rete.
ore 20:00 No, dobbiamo cenare.
ore 21:00 No, devo vedere "Orgoglio".
ore 23:00 No, devo svegliarmi presto domani.

Devo accettare il fatto di essere meno attraente per la mia dolce mogliettina di una puntata di "Orgoglio".
Il mio relativo anonimato mi concede la possibilità di sfogare le mie frustrazioni coniugali sul blog.
Questa sera la gattoconsorte deve andare ad un concerto. Non mi vuole a farle da cavaliere: devo rimanere a casa a sovrintendere alla registrazione dell’ultima puntata della fiction.

Non ci posso credere.

gattostanco @ 16:15 - Commenti (18)

Incredulo “Orgoglio”

Non ci posso credere.
Domenica, ore 8:00 Occasione persa con la gattoconsorte.
In seguito, finalmente sveglio, ho iniziato a fare le fusa:
ore 09:00 No, devo prepararmi per la messa.
ore 10:00 No, dobbiamo pulire i balconi e altro.
ore 11:00 No, dobbiamo andare alla "fiera della casa"
ore 13:00 No, dobbiamo pranzare.
ore 14:00 No, devo fare un riposino.
ore 15:30 No, devo correggere dei compiti.
ore 17:00 No, devo prendere il the con [nome].
ore 18:30 No, dobbiamo fare delle ricerche in rete.
ore 20:00 No, dobbiamo cenare.
ore 21:00 No, devo vedere "Orgoglio".
ore 23:00 No, devo svegliarmi presto domani.

Devo accettare il fatto di essere meno attraente per la mia dolce mogliettina di una puntata di "Orgoglio".
Il mio relativo anonimato mi concede la possibilità di sfogare le mie frustrazioni coniugali sul blog.
Questa sera la gattoconsorte deve andare ad un concerto. Non mi vuole a farle da cavaliere: devo rimanere a casa a sovrintendere alla registrazione dell’ultima puntata della fiction.

Non ci posso credere.

gattostanco @ 16:15 - Commenti (18)

Un gatto(stanco) qualunque

Durante lo scorso fine settimana ho avuto uno scambio di considerazioni con Luca (Pandemia) nei commenti a questo mio post nel quale esprimevo solidarietà ad un personaggio cacciato da una trasmissione televisiva.
Da quel tema (che ne racchiudeva altri) abbiamo dirottato su di una colloquiale dissertazione su gattostanco. A dire il vero mi sono lasciato andare ad una logorroica e fantomatica analisi del mio bloggare approfittando e avvalendomi dello stimolo del mio interlocutore.

Riporto a seguire lo scambio di pareri in ordine d’inserimento e senza modifiche.

Una polemica inutile a mio modesto parere. Ci sarebbe ben altro da commentare, anche nel mondo dello shiw business :) Ciao
di Luca.

Luca, in un certo senso concordo, ma gattostanco non affronta, se non raramente, polemiche (tantomeno se sono serie).
Del resto questo è solo un plateale ed ennesimo esempio di come sempre più spesso la realtà che non si piega alla finzione viene semplicemente tolta dai piedi o ignorata in modo spregiudicato.
Se scrivessi un post sui cinque miliardi meno qualche spicciolo di lire per il nuovo contratto di Vespa (massima cifra consentita senza che il contratto passi ad un verifica più ampia), -tanto per fare un esempio-, virerei profondamente la rotta di questo blog molto di più di quanto non abbia fatto finora.
E, tutto sommato, sarebbe piuttosto inutile come diecimila anni di storia umana hanno ben dimostrato. Ed io sono stanco.
Dovrei aprire un blog da ventimila accessi al mese. Ma sarei malvisto da tutti in poco tempo, basando il mio pensiero solo sul personale (e sindacabilissimo, per carità) buon senso e non sull’appartenenza ad uno schieramento di qualsiasi genere.
Invece un post come questo non interessa a nessuno e nel suo piccolo contribuisce al mio insoffocabile saltuario desiderio d’esternare i miei pensieri, pur mascherandoli abbondantemente.
di gattostanco.

E’ il tuo blog, puoi (e dovresti) scrivere cio’ che vuoi quando vuoi. Perche’ limitarsi? Hai un patto con il lettore? :) Sull’inutilita’ di esprimere opinioni come questa, permettimi, non sono d’accordo. Si fanno tante cose piu’ inutili di questa.
di Luca.

Luca, gattostanco è il mio blog. Ed io sono il suo blogger: il “patto” non non è fra me e i visitatori (nella maggioranza dei blog non esiste un simile patto, soprattutto se personali). Il patto è fra me come persona e me come blogger volendo basare il bloggare risultante sul compiaciuto, intimo ed egoistico divertimento. L’affrontare temi di interesse (ogni tipo di “interesse”) inevitabilmente esporrebbe la mia persona a incentrarsi -interessata- su questioni che già normalmente producono n me una certa dose di rammaricata tristezza su quel che molti miei simili fanno o dicono, seguita da una dose di pacata critica costruttiva e propositiva fondata sul buon senso personale e non sull’appartenenza ad un gruppo, quindi poco “interessata” e pertanto poco “interessante”.
Non passa giorno che non mi girino le scatole per una “notizia” o più e senza che mi dica che dovrei proprio smetterla di seguire quel che mi accade intorno per salvaguardare la mia pace interiore. Se aprissi un blog dichiaratamente di commento all’attualità, per forza di cose mi ritroverei a fare i conti con una buona dose di stress e, mio malgrado, mi ritroverei etichettato in una maniera o nell’altra. Invece gattostanco così com’è, pur trattando ogni tanto temi anche fortemente politici, riesce (o almeno prova) a mantenere un basso profilo distaccato.
Gattostanco è per me fonte di grande gratificazione. Uno dei motivi è l’essere riuscito (se ricordo bene) a far condividere un qualche mio pensiero a blogger dichiaratamente di schieramenti opposti, che hanno basato il loro commento sulla propria testa e non sulle proprie convinzioni politiche o sociali.
Paradossalmente questo mio approccio mi ha consentito di ricevere visitatori da destra e da sinistra, e dal centro, offrendo loro un ambiente più o meno accogliente nei contenuti pur senza mai dover celare una mia qualche idea riguardo alla società o a ‘sto stupido mondo.
Oggi, 25 aprile, volevo fare un post. Sono sclerato alla ricerca di un link, di un “qualcosa” che potesse rappresentare il buon senso comune e che non fosse dichiaratamente politico o invischiato in polemiche revisionistiche o altro ancora. Alla fine non ho trovato di meglio che la definizione del vocabolario del De Mauro della parola “democrazia”.

Il mio riferirmi all’inutilità è l’evidenziarsi di un mio concetto pessimistico della politica.
Io rifiuto l’idea del “meno peggio”.
In un contesto sempre più “bipolare” è un modo d’interpretare la politica ormai fuori moda.
Rifiuto le radicalizzazioni e lo sperperare il tempo in inconcludenti discussioni che ditorgono semplicemente la realtà, finalizzati ad una spettacolarizzazione che crea delle star che sopravvivono di ciance ben costruite, invece di risolvere le questioni della gente e del Paese.
Essendo una persona qualunque, forse persino un qualunquista, sarei un soggetto scomodo e solitario. Sarei una sorta di discepolo dell’Uomo Qualunque tedioso e sostanzialmente inutile al processo di formazione delle idee. Alla fin fine, prima o poi, avvertirei il peso di una simile inutilità che andrebbe a infrangere parte del mio entusiasmo per la vita.
Con gattostanco, invece, mi diverto. Serve a nulla, ma è un’ottima distrazione e linfa per il mio entusiasmo.
di gattostanco.

Complimenti per la dissertazione…un po’ lunga ma di certo esaustiva e chiara. Posso dire ora di conoscere meglio il mio caro gatto(stanco). Bye
di Luca.

gattostanco @ 15:24 - Commenti (5)

Splinderiane sopra le righe

Placida signora posta un curioso percorso storico del pensatoio nel quale ogni buon uomo ama ritirarsi, magari in compagnia di qualcosa da leggere o del telefono per chiamare qualche parente lontano che non si ha mai voglia di sentire.

celliot ha postato poco. Ma esiste un filo conduttore che lega i suoi post d’aprile.

Gin Baker ha trovato un nuovo lavoro del quale precisa: "Non è il lavoro della mia vita, non è quello per cui studio, ma è piacevole".

kira1984 risponde ad una di quelle serie di numerose domande che circolano per la rete:"Di che colore hai gli occhi? Nocciola, ma spesso tendono al verde."

gattostanco @ 14:54 - Commenti disabilitati

Futuro remoto 2

Daneel ha scritto un nuovo post sulla fantascienza, successivo a questo (che io ho definito "pessimistico" qui).

Commentando su gattostanco il suo precedente post, ho affermato di non essere d’accordo col malinconico sottofondo che ne accompagna la lettura. Eppure, lo ribadisco, non ho strumenti per confutare, per dare torto, alle considerazioni non positive sullo stato attuale della letteratura di fantascienza. In effetti la mia limitata conoscenza mi spinge a preferire i tempi d’oro che furono, non riuscendo ad apprezzare con le stesse emozioni le nuove produzioni. Però ho iniziato a leggere fantascienza abbastanza giovinetto, speranzoso e non particolarmente stanco. E in parte sono rimasto legato a quella fantascienza letta in giovane età.
Voglio considerare tutti i cambiamenti avvenuti nei decenni nel genere, sperando (o volendo credere) che la fantascienza continuerà a modificarsi, a crescere e a sviluppare nuovi filoni narrativi (riprendendone anche altri in parte abbandonati). Non voglio perdere, in sostanza, la speranza che essa possa continuare ad esprimere l’uomo senza i ristretti vincoli della realtà, imputando anche alcune attuali lacune stilistiche e d’inventiva al mio personale gusto e non alla sola situazione attuale del genere letterario.

Il post di Daneel, dopo alcune considerazioni preliminari, prosegue col presentare alcune definizioni didascaliche del termine "fantascienza", giungendo a fare una breve, ma assai colta, presentazione culturale del genere che, cogliendo la mia eccessiva categorizzazione della "Divina Commedia" come un capolavoro della fantascienza, aiuta a superare i superficiali pregiudizi rappresentanti il genere solo come un appassionante mezzo d’evasione.

Personalmente credo che la fantascienza crei universi possibili, rielabori l’universo attuale, facendo in alcuni rari casi dell’ottima e comprensibile divulgazione filosofica e sociologica, e rappresenti le aspirazioni e le inquietudini dell’uomo priva di alcun vincolo.

Un post serio, ammirevole e ben congeniato. Lo consiglio agli amanti del genere per riconsiderare apertamente le ragioni di tale passione. Lo consiglio a chi non ha mai letto consapevolmente un romanzo di fantascienza, in modo da trovare stimoli a fare un possibile tentativo di lettura in tal senso.
Infine sottolineo la presenza di una illuminante sitografia di riferimento in calce al post di Daneel.

gattostanco @ 11:40 - Commenti disabilitati

25 aprile 2004

Buon compleanno…

Democrazia.

gattostanco @ 04:10 - Commenti disabilitati

24 aprile 2004

Baffo, not so real!

Partecipo anch’io con il presente misero post alla campagna di solidarietà per il Baffo escluso da un reality show che non nomino (mia suocera ha detto che quella cosiddetta bella fattoria a lei pare un rudere di cascina -l’espressione esatta non posso riferirla- e che ci vuole tempo ad imparare a fare l’agricoltore e che "quelli" sarebbero già morti di fame e di peste da un pezzo se fosse vero tutto l’ambaradan).
Evidentemente l’abitudine ad andare a braccio seguendo un canovaccio senza essere troppo legato ai vincoli del copione, ha fregato il troppo reale Baffo.

Per quanto me ne dolga e me ne vergogni e le rare volte che capita mia moglie s’inalberi come una iena rabbiosa e mi senta di mancare di rispetto al credo di molte persone, ogni tanto mi esce un’imprecazione verso Chiunque Sia.
Come molti uomini ho la scusante di aver fatto naja e di aver vissuto in un ambiente particolarmente manipolatore delle menti (in teoria) in cui un certo tipo di lessico era usato in ogni circostanza, persino come normale intercalare durante le “conversazioni“.

gattostanco @ 11:27 - Commenti (7)

Futuro remoto

Daneel ha scritto un pessimistico post sulla fantascienza.
Non concordo col tono dispiaciuto, privo di speranza ed eccessivamente legato al ricordo del tempo che fu. Soprattutto non concordo con il suo rinfocolare l’immagine del lettore di fantascienza come di un lettore nascosto o pronto a doverose difese del genere. Anche se, purtroppo, non posso dargli torto.

E allora?

Desidero solo ricordare che una delle maggiori opere della letteratura italiana d’ogni tempo, considerata a pieno titolo un vero capolavoro e ampiamente studiata nelle scuole di ogni ordine e grado può considerarsi (provocatoriamente) un romanzo di fantascienza nella moderna classificazione del genere. Si tratta della "Divina Commendia".

gattostanco @ 10:49 - Commenti (2)
Email: gattostanco @ gmail.com
FeedBurner:  GATTOSTANCO FEED powered by FeedBurner

gattostanco ...appunti (sospeso)
gattostanco FriendFeed
BlogBabel - BlogItalia - Wikio
Memesphere - Filter 4.0

Ultimi commenti

  • read blog: My cousin encouraged I may similar to this site. This individual ended up being altogether proper. This article in fact made this evening. You cannot think about exactly how so much time frame I did wasted just for this info! Cheers!
  • Our Site: I’ve got understand several perfect information here. Unquestionably price social bookmarking to get returning to. I ponder the amount of hard work you set for making such a superb insightful site.
  • best lawn mower: Hey very nice blog! Also visit my web site: best lawn mower
  • http://www.gamezebo.com/: Wonderful blog! I found it while searching on Yahoo News. Do you have any tips on how to get listed in Yahoo News? I’ve been trying for a while but I never seem to get there! Thank you
  • mini enceinte pour pc portable: It is truly a great and helpful piece of information. I’m happy that you simply shared this useful information with us. Please stay us informed like this. Thanks for sharing. Take a look at my web page :: mini enceinte pour pc portable
  • Myanmar Marketing: I’ve been surfing online more than 3 hours today, but I by no means found any attention-grabb ing article like yours. It is pretty worth sufficient for me. Personally, if all webmasters and bloggers made just right content as you probably did, the web will likely be a lot more helpful than...
  • dashboard camera reviews: Heya i’m for the first time here. I came across this board and I find It really useful & it helped me out a lot. I hope to give something back and help others like you aided me. My weblog – dashboard camera reviews
  • visit link: I simply just like the beneficial information people give to your content regularly. I’ll take note of your blog plus check out just as before right here regularly. I’m just modestly ‘ are going to be educated quite a few new things correct the following! All the best ! for!
  • https://www.rebelmouse.com/Yucatan_Real_Estate/: Cheers regarding expressing the following operating people you will identify what you’re really speaking about! Book-marked. You should as well consult with my website Equals). We might have got a backlink alternate deal involving united states
  • mobile games: Nice blog! Is your theme custom made or did you download it from somewhere? A design like yours with a few simple tweeks would really make my blog stand out. Please let me know where you got your design. Cheers

Trackback:

Poltrona del gatto

Chi sono?
Il Tao della Suocera
La Blogfoucauld

 AZIONISTA IMMANET - NET TO BE di ROBERTO GRASSILLI

Ospitato da Anomalia grafica
Template by Principe
Traduzione in giapponese (KutaKuta Neko) di Gilgamesh
Favicon di Ted

Cerca in gattostanco

Blogosfera

Black Cat
Annarita
Anomalia Grafica
calzino spaiato
(C)assetto Variabile
Cletus
DElyMyth
eiochemipensavo
Gaspare
giuliomozzi (sospeso)
Grassilli Warehouse
kimota
La pupa c'ha sonno
Louie
Marco Candida
marcoscan
Myst
night passage
Papino & C.
Perché no?
Principe
Radici dell'ozio
Scopriamo l'acqua calda
Shangri-La
Un altro tempo
8:49 pm
Alessandra Galetta
All about nothing
Akatalepsia
Andrea Beggi
Bloggo Intestinale
Blog Notes
Blogsenzaqualit
Bottega di Lettura
Cabaret Bisanzio
caracaterina
Ciccsoft
Corax
Daveblog
Debito di sonno
Deeario
diario di Untitled io
Diario Semistupido
Dorigo - in inglese
eCuaderno - in castigliano
EmmeBi
Errore 404
Falso Idillio
Gaspar Torriero
Gattusometro
Giavasan
Gilgamesh
Giovani Tromboni
Giovy's blog
giuseppe genna
gruppo h5n1
Haramlik
Herzog
Il Mignolo col Prof
il mio karma
il Morso della Vipera
il sentiero giusto
il Tao dei blog
iMod
Incipiterazioni
Inkiostro
Intempestiva
jtheo
Kurai
letturalenta
Luca Conti
Luca De Biase
mae*
Macchianera
Manteblog
.Mau.
MeicheNada
Momoblog
Nyft
Numerabile
officialsm
Paese d'ottobre
Paolo Valdemarin
Pandemia
Pasta Mista
Peluche - in castigliano
PensieriInecCesso
Personalità Confusa
Phoebe
Placida Signora
Quasi.dot
Qix
Rael
Ramon Ananos - in castigliano
Reflexiones e irreflexiones
Rolli
Sai tenere un segreto?
Salgalaluna
Scintilena
Secondo Piano
Sergio Maistrello
SmokingPermitted
Stefano Salvi
Squonk
Surreale
Terre Alte
To drown a rose
Tom
Uccidi un grissino
Webgol
Vibrisse, bollettino
Wittgenstein
vogliaditerra
xantology
Zio Burp
Zop
Zu

Varie

Feed by gattostanco
RSS Atom
Commenti
RSS parziale

Feed by FeedBurner


Blog link by Technorati

Wikio - Top dei blogs





 STATISTICHE

porticina: Login