Archivio per dicembre, 2006

19 dicembre 2006

Metafora (network pubblicitario)

Leggo da Andrea Beggi (qui) di un progetto italiano relativo alla distribuzione di pubblicità in rete e nei blog con un approccio piuttosto selettivo ai contenuti e alle forme espressive.
Metafora nella sostanza dovrebbe gestire inserizioni pubblicitarie (veicolate attraverso banner grafici) sobrie nei messaggi, a prodotti ritenuti di qualità e -soprattutto, a mio parere- di aziende ritenute eticamente accettabili. Gli inserzionisti saranno ammessi nel circuito in base al voto discusso dai curatori dei siti e dei blog ospitanti e aderenti al network pubblicitario (peso del voto in proporzione al peso del sito).

Credo sia positivo che possa strisciare nei meandri del marketing (da consumatore considero quella parola più assimilabile a una parolaccia -e me ne scuso coi seri lavoratori del settore-) la scelta di avere un approccio attivo, responsabile e aperto, senza statiche autoregolamentazioni sovente disattese, almeno in quelle zone della rete dove si presume circolino persone un po’ più attente. E questo anche se certe intenzioni hanno giustamente alle spalle solide convinzioni di carattere economico.
Il fatto che verrà discusso (in un lasso di tempo ragionevole) ogni singolo inserzionista prima di accettarne la presenza mi pare una faccenda positiva. Naturalmente il diverso peso dato ai siti ospitanti tenderà, penso, a privilegiare nelle decisioni la scelta dei siti più grandi del network, ma questo dovrebbe garantire la stabilità e la coerenza senza impoverire la discussione preliminare tra tutti gli aderenti interessati alla selezione. D’altra parte l’eventuale eccesso di un singolo membro nel volere sviscerare oltre un certo limite l’etica imprenditoriale di un inserzionista non dovrebbe portare il sistema di valutazione a incepparsi. Senza contare, inoltre, che un eventuale allontanamento dalle linee guida presentate potrebbe trasformarsi in un boomerang blogosferico e questa eventualità dovrebbe renderle abbastanza resistenti fin d’ora.

A video mi sembra una buona idea.

gattostanco @ 13:06 - Commenti (1)

Blogga Stellare e Seldonsfera

Giorgio Tesen, autoproclamatosi un capitano della Blogga Stellare, a proposito della mappa di BlogBabel, l’altro ieri ha scritto uno splendido post fantascientifico dal titolo:
Deep Blog Nine
In pieno rispetto della Prima Direttiva (Ordine Generale 1) il Capitano Tesen nel proprio rapporto non linka alcun blog incontrato.
Note tecniche per la "Deep Blog Nine": classe sconosciuta; motori a propulsione z-neutronium (?); velocità, al momento del rapporto, Warp 7.2 e motori al 30% di potenza. Il vascello non è registrato in HyperTrek, il database primario del trekker italiano, quindi si presume sia una denominazione fittizia :D

…E pensare che c’è chi ha usato, con uno stile completamente diverso da Giorgio, i nomi di due pianeti asimoviani per eccellenza nel definire perfettamente (agli iniziati) il proprio pensiero riguardo al senso della mappa:
Vortexmind propone una sorta di Seldonsfera.

Sono due classiche forme di vita intelligente.

gattostanco @ 02:05 - Commenti (5)

Paolo Ferrari e Pasolini

Paolo Ferrari racconta in questo post di ieri il suo primo incontro con Pasolini (il racconto dovrebbe proseguire oggi. Aggiornamento: la seconda parte è qui).

Copio e incollo solo una scena:
Pasolini [...] mi disse: «Io non so bene come spiegarle, ma lo sente anche lei, questa battuta… questa battuta l’ha detta "vera", le altre… …sono un po’ "recitate"».

Il post fila che è un piacere.
Tre righe di sincero preambolo.
Poi:
Era il 1961…

gattostanco @ 00:05 - Commenti (0)

18 dicembre 2006

Su Apogeonline

Federico Fasce nell’odierno pezzo per Apogeonline offre come sempre ai lettori alcuni interessanti collegamenti d’approfondimento relativi al web, alla comunicazione e alla tecnologia.
Anche il sottoscritto compare.

Addirittura sono affiancato a Massimo Mantellini dall’espressione “il loro parere”.

Ho rischiato il collasso e forse, per ragioni opposte, anche Mantellini :D

gattostanco @ 21:51 - Commenti (0)

GrandeTaxiGiallo stai bene?

Aggiornamento 24 dicembre:
Tutto ok. Ha aggiornato il blog.

- – - -

Mi permetto un post ad personam per chiedere:

grande taxi giallo stai bene?

Mi basta un semplice “sì” o un “no” (o anche un “fatti gli affari tuoi”) da te o da altri che sanno cosa è accaduto.

Ometto il nome-cognome insieme al luogo di residenza, perché chi lo conosce di persona penso lo associ al blog, dato che quei dati sono palesi nel blog stesso.

Seguo il blog GrandeTaxiGiallo praticamente da sempre.
Da mesi ormai non aggiorna il blog e Parolae non pubblica suoi interventi.
Gli ho scritto via posta elettronica senza ricevere alcuna risposta.
Anche in una eamil dalla redazione di Parolae ho appena letto conferma di un improvviso e inspiegato silenzio.

Non conosco personalmente il curatore e non desidero in alcuna maniera violare la sua privacy o quella dei suoi cari e nemmeno sono solito -in parole povere- “farmi gli affari” degli altri. Probabilmente questo post è una sciocchezza immensa, me ne rendo conto.
Però mi ha sorpreso questo suo prolungato silenzio totale e ora sono preoccupato che un fatto grave, più di una scelta personale, lo abbia allontanato dal blog e, soprattutto, da Parolae (progetto nel quale mostrava di credere notevolmente).

Chiedo scusa per l’eventuale disturbo arrecato e per il post bizzarro, sperando non venga considerato troppo indiscreto e come tale tartassato all’istante.

gattostanco @ 03:32 - Commenti (5)

17 dicembre 2006

Scalfardemia: la parabola nascosta

Non sono affari miei.
Luca m’ha sorpreso per il tono, ma sono affari suoi.
Ivan non saprei, a parte che s’è surriscaldato.
Questioni politiche.
Comunque…
Da Kurai, che non linko non per omertà, ma unicamente perché non conosco la legge sulla quantità di principio attivo consentito nei link a post che nei commenti contengono link a siti che memorizzano post cancellati, si trova la risposta alla prima parabola grazie all’interessamento di io.facciocose.it, che non linko bla bla bla.
Dalle reazioni pensavo peggio. Se lo si trova ancora attivo, imperdibile il parere del Mante al primo commento del post cancellato.
Nota all’eventuale visitatore: sono vago e criptico, chiedo scusa.

Personale e fuori tema: in questa lunga giornata ho fatto un sacco di cose, ma ho bloggato veramente troppo… Però per cena ho preparato i tortellini con lo stracchino (il formaggio molle… la crescenza e non il gorgonzola, ché in alcuni luoghi lo chiamano stracchino) ed erano ottimi anche a parer di mia moglie.

gattostanco @ 02:01 - Commenti (4)

16 dicembre 2006

Megapost: BlogBabel 2 – la mappa

A proposito della mappa estrapolata dai dati BlogBabel mi permetto di consigliare questo post di Gaspar Torriero. Le perplessità presentate si chiariscono e ricevono risposte nei commenti di estremo interesse per ciò che esprimono e per la loro relativa brevità.
Se ho ben capito la sostanza dei dubbi di Gaspar è la seguente -tralasciando aspetti fondamentali-: o la mappa rappresenta inutilmente una goccia nel mare della blogosfera o la blogosfera è solo un inutile piccolo stagno.
Se ho ben capito la sostanza delle risposte ricevute è la seguente -tralasciando aspetti fondamentali-: la mappa si basa su dati ritenuti rappresentativi della blogosfera protagonista di una conversazione, per così dire, che coinvolge i blog più “famosi” (tanto per capirsi) e quelli che sono più aperti a interagire su svariati argomenti utilizzando i link nei post.

Ho semplificato molto.

Digito alcuni pensierini sconclusionati e riletti in fretta riguardo al contenuto generale di quei commenti finora presenti…

A me sembra chiaro che quella mappa (e anche i dati di BlogBabel) mostra una manciata di blog rispetto al grande mare blogosferico. Altri, invece, ritengono il mare dei blog meno esteso. Altri ancora stimano la blogosfera uno stagno.

Nei commenti ho notato con stupore una certa contrarietà a considerare protagonisti tutti quei blog curati da persone che, gioco di parole, non si curano degli aspetti conversazionali aperti e/o tecnologici e quei blog chiusi, o quasi, in una sfera poco propensa a interazioni con i blog protagonisti o rappresentativi. Le bolle interne alla blogosfera che si interessano poco o nulla di cosa sia la stessa, degli argomenti della cronaca, di tutto quello che è fuori dal proprio campo di interessi o dell’universo esterno alle amicizie …semplicemente sono escluse dalla mappa per questioni di spazio. Ma, mi è parso di capire, lo sarebbero anche per mancanza di interesse nei loro confronti, perché considerate non apportatrici di valore (non di “valori”, ma di valore inteso come un insieme fatto di interazione e partecipazione attiva, se ho ben capito).

Proprio ieri ho compiuto una ricerca con Technorati cercando blog taggati nella directory con il termine “linguistica” per ragioni personali (la parola linguistica viene usata in moltissimi contesti e la ricerca non è semplice avendo in mente un determinato contesto: be’ sono lapalissiano). Ben poca roba salta fuori vista la specificità della ricerca. Però qualcosina ho trovato. Usando strumenti di indagine meno focalizzanti si ottiene molto di più anche con Technorati, pur essendo l’argomento della ricerca ancora ai margini della blogosfera e destinato a rimanerlo.

I blog personali (i diari in rete o come si vuole chiamarli) restano per me la massa portante sulla quale si appoggia la singola sfera considerata protagonista e presa in esame (e in continua espansione) da BlogBabel. Io non credo che il blog del ragazzino quindicenne ospitato da una qualche piattaforma stralenta e orrenda (una delle quali strausata a livello planetario) sia meno protagonista di me; anzi, forse è l’esatto contrario. Ma semplicemente a me non interessa leggere post scritti in un linguaggio che fatico a decifrare o guardare le foto dell’ultima gita scolastica e al ragazzino non frega qualcosa di mia suocera o di seguire un link a una discussione sopra una mappa blogosferica; questo non toglie che a nostro modo ci sentiamo apportatori di valore alla società digitale che rappresentiamo e che la stessa a volte conviene nel trovarlo, perché altrimenti in certi momenti il ragazzino sarebbe in giro con gli amici e io sarei a leggere un libro col gatto, invece che ritrovarci tutti e due soddisfatti, divertiti e intenti a bloggare le nostre vite e i nostri interessi (per capirsi: il ragazzino non posta le foto della gita per guardarsele on line da solo e io non scrivo queste frasi farfugliate se non sperassi che qualcuno abbia voglia di leggerle -perché un conto è l’aspetto completamente diaristico di un blog personale, e l’altro, a mio modo di percepire, è l’aspetto che riguarda il bloggare di quel che interessa; gli aspetti comunque spesso sono sovrapponibili-).

Mia moglie richiede la mia supervisione le rare volte che desidera salvare un indirizzo web nei Preferiti. Non le interesseranno mai tag, aggregatori, feed, e quant’altro se non saranno implementati e semiautomatici e a prova di paura di sbagliare. La stessa mappa l’ha degnata di mezzo secondo d’attenzione giusto per farmi contento.
Da un anno la spingo per farle aprire un blog di carattere accademico. Non linkerà, se lo aprirà, nessuno dei blog presenti in BlogBabel al momento. Eppure lo scopo è quello di relazionarsi e confrontarsi per apportare valore al proprio lavoro e -si spera- a quello di altri. Indirettamente l’ho proposto anche a un paio di professoroni per promuovere le loro idee innovative ignorate dagli studenti e dai colleghi (ché articoli introvabili e un libro da 100 Euro e praticamente stampato a richiesta iniziano già oggi a essere considerati in prospettiva una sciocchezza immane per la diffusione di idee nuove o complementari). Il blog della consorte nelle intenzioni linkerà nei post la sfera composta da blog simili e siti che trattano i suoi argomenti di interesse, “interagendo” con essi. Non aggiungerà certo valore alla blogosfera e alle sue conversazioni ritenute protagoniste e allo sviluppo degli strumenti, ma questo non adombra, a mio sindacabilissimo parere, il valore espresso dalla sola presenza in rete di un altro blog. E intendo un valore specifico, di nicchia e chissà cos’altro di nessun interesse generale, ma pur sempre un valore condiviso e aperto al passaggio dei motori di ricerca.

Senza contare la fatica, le competenze e soprattutto il tempo e la voglia per bloggare puntando verso altri blog o verso i protagonisti. Ci sono persino microsfere di blogger che tra di loro si divertono un mondo e preferiscono interagire all’interno di un forum piuttosto che nel lento strumento del blog. Eppure, chi più e chi meno, ogni tanto escono in blogosfera a vedere quel che accade infischiandosene di attirare l’attenzione.

Io credo che la blogosfera sia un insieme di sfere grandi, piccole e minuscole. Alcune sfere interagiscono ampiamente con le altre, mentre altre sono meno inclini a farlo. Alcune sfere sono molto elastiche e altre sono piuttosto rigide. Alcune sfere interessano pochi sperati adepti e altre invece interessano moltissime persone. Ogni sfera contiene parti di altre sfere, tranne poche eccezioni.
Una sfera è composta di blog, di blogger, di collegamenti, di conversazioni di commenti e di argomenti, di feed, di aggregatori, di motori di ricerca.

Eppoi, diciamocelo pure, il trackback non lo usa nessuno in proporzione al numero dei post che fanno riferimento ad altri post, perché è una menata usarlo e non perché sia una cattiva idea (che comunque resta astrusa per la maggior parte della blogosfera).

Per approfondire la teoria blogosferica del sottoscritto sconsiglio vivacemente il seguente lungo e serioso e noioso intervento (inserito sulla base di un questionario inviatomi da un laureando in “Media e Giornalismo” all’Università di Firenze che in seguito cancellò da Splinder il blog di riferimento della sua ricerca) che quasi avevo dimenticato:
Dieci piccoli post
del 15 maggio 2005
All’interno scrissi persino una roba del genere:
- A mio modesto parere, i blogger scrivono a proposito dello strumento blog principalmente per due ragioni. Il primo è ovvio, essendo uno strumento tecnico e sociale abbisogna di un certo training, di una sorta di apprendistato, per poterne comprendere le caratteristiche tecniche e per poterne sviscerare le caratteristiche relazionali. Il secondo è spiegabile con la relativa novità di alcune specifiche della comunicazione venutesi a creare con la formazione di un vasto numero di persone che interagiscono fra loro attraverso internet in maniera diretta e senza pesanti intermediazioni esterne; il fenomeno giustamente interessa quella parte della blogosfera incuriosita o addirittura affascinata da questo realizzarsi di una aggregazione spontanea, pubblica e paritetica.
Le persone con un weblog noto hanno un canale preferenziale nella comunicazione diretta tra loro. Il fatto, non del tutto vero in molti casi, è comprensibile per ragioni di abitudine, tempo da poter dedicare ad altri soggetti o interesse. È un modo d’interagire prettamente umano nel massimizzare il tempo e le risorse. Ma, e mi ripeto, a volte accade che la cosiddetta blogstar sia interessata in qualche modo da un blogger qualsiasi e ne rilanci in blogosfera l’esperienza, l’opinione o l’idea ritenuta di interesse condivisibile. Accade spesso ed è una delle forze motrici innovative alla base del successo della blogosfera come luogo di scambio e incontro.
Molti blogger noti hanno presto compreso quanto sia rischioso rimanere invischiati nella ragnatela di eccessiva autoreferenzialità che frena il movimento dei visitatori e il mantenimento di una autorevolezza del blogger stesso. Ritengo doverosa una certa autoreferenzialità costruttiva per contribuire alla discussione attorno allo strumento weblog e alle sue implicazioni, ma i blog in cui essa viene estremizzata riguardano blog sostanzialmente stabili, se non in decadimento, nella loro influenza verso l’esterno e in buona parte isolati, se non addirittura ignorati.

… ritornando in diretta… la perla, però, resta la seguente, tanto per terminare con un salutare sorriso:
- Personalmente intendo la blogosfera come una vasta realtà sociale formata da individualità. Non mi sento inserito in una specifica comunità in senso stretto e assolutamente non credo di essere parte di un gruppo ristretto, seppur numeroso. E su questo si fonda il mio modo personale di guidare il blog che ho il piacere di digitare.

gloabal credits:
I miei pensieri riguardo la blogosfera vengono setacciati negli anni dalla farina dei sacchi di (ordine alfabetico) Conti, Granieri, Maistrello, Mantellini, Neri, Torriero e di tutti gli altri. Purtroppo la qualità del setaccio usato appare evidente a chiunque.

gattostanco @ 20:29 - Commenti (6)

Minipost: amori al mattino

“Un uomo è innamorato di te quando viene a svegliarti al mattino trattandoti come se fossi la cosa più bella che ha mai visto.”
La splendida Sumiko, qui

La mia esperienza:
Una donna è sposata con te quando viene a svegliarti al mattino trattandoti come se fossi già svegliato, lavato, pettinato, caffeinato e chiedendosi come possa essere ancora infinitamente innamorata della cosa più brutta che ha mai visto.

gattostanco @ 14:07 - Commenti (6)

Xantology

Avevo notato il link in arrivo.
Negli ultimi tempi capita di trovarsi link da dubbi siti commerciali.
Non avevo dato alcun peso al link.
Oltre tutto, con un nome così (Xantology), ho pensato si trattasse del sito una setta di fulminati o di una trash directory come tante.

E invece no. Mi sbagliavo grossolanamente nel fidarmi della prima impressione (ultimamente mi capita sempre più spesso, uffa).
Infatti questa mattina leggo da Kimota (qui) che ha deciso di linkare Xantology.
Ho la massima fiducia nell’intelligenza di Gualtiero e così mi sono fiondato a vedere un po’ di cosa si trattasse, mentre davo una strigliata alla mia stoltezza cercando di svegliarla almeno un pochino.

Xantology, per dirla all’osso, offre brevi impressioni di lettura e affronta alcuni temi del vivere quotidiano che influenzano un po’ tutti.
Esempio. L’altro giorno affermavo di non aver capito bene le ragioni per contare le sole schede bianche delle ultime elezioni politiche. Poi infatti :) è stato deciso di ricontarle tutte (il problema non sono quelle bianche, quanto piuttosto quelle ritenute presunte “bianche” nell’urna e diventate “votate” dopo lo spoglio). In questo post viene spiegato in parole abbastanza semplici che forse alla fine dei conti ricontare servirà a poco o a nulla (fatto che comunque rende tutti i politici contenti, a mio parere, perché, se la politica è un’opinione, ma in pochi sono fessi in certi ambienti -magari ladri e carogne, questo sì-, chiunque ha colto a proprio favore le pieghe di una legge palesemente balorda al suo nascere dato che non ricordo continui scioperi e scontri a difesa di un evidente attacco alla democrazia).

gattostanco @ 13:42 - Commenti (2)

Lombardia Libera! [:D]

Avvertenza: a seguire inserisco un brevissimo testo frutto dell’immaginazione che rappresenza un rapido esercizio di finzione. Soprattutto il testo non vuole ispirare direttamente o indirettamente azioni illegali contro lo Stato, le persone o le proprietà.

- – -
Lo storico annuncio è stato dato ieri sera, poco dopo le 20.00, dalla sede della ex RaiTre, in Milano: il Parlamento della Repubblica Lombarda ha dichiarato l’Indipendenza e la piena sovranità della Lombardia in conformità allo Statuto Provvisorio promulgato all’unanimità dei parlamentari presenti.
L’ex presidente della regione e il disciolto governo oppressore è confinato in alcune stanze del Pirellone, a disposizione del Governo Lombardo.
L’ex prefetto di Milano è fuggito all’estero -si parla di Torino o Parma- prima della requisizione dei locali della ex prefettura eseguita da una compagnia dell’Esercito Lombardo.
In molte città la Polizia Lombarda ha già provveduto a fermare o a rendere inoffensivi numerosi ex appartenenti alle forze di oppressione. Ogni caserma fedele all’oppressore italiano è stata circondata da reparti regolari e da molti Cittadini.
Le Polizie Municipali in ogni luogo schierano i propri uomini a controllo e difesa degli edifici pubblici principali.
Cittadini Lombardi fedeli alla Repubblica sono intenti nell’opera di rastrellamento di tutti gli individui sospetti di connivenza coll’oppressore.
La Lombardia offre all’Italia la possibilità di ritirarsi pacificamente dal proprio territorio.
Il Parlamento invita i Cittadini a difendere la Lombardia da ogni attacco interno o esterno.
Nota: gli appartenenti o i simpatizzanti dei disciolti gruppi ausiliari del traffico sono comandati a consegnarsi spontaneamente con un solo bagaglio a mano al più vicino Centro di Raccolta Indesiderati.
- – -

Tutto finto
E se fosse vero?

Se venisse annunciato in televisione quanti si precipiterebbero in strada a dare una mano felici e pronti a tutto (o comunque pronti a qualcosa)?
Penso di conoscerne almeno tre o quattro (anche se combinerebbero poco, a parte prendersi una ciucca colossale per festeggiare).

In Belgio è accaduto.
Ha creato solo del subbuglio, ma la finta diretta che sembrava interrompere la programmazione per annunciare l’indipendenza delle Fiandre descriveva una situazione già quasi stabile e relativamente pacificata.

Ho preso a piene mani da questo post di Surreale che descrive l’esperienza belga facendosi una risatina finale.
Anche a me ha fatto ridere, anche perché ricordo quando Sposini, mi sembra, interruppe la Gialappa’s… ma allora era solo Tafazzi a Mururoa armato di bottiglia e non certo qualcuno al Pirellone armato a pallettoni che appare organizzato e, soprattutto, con interessi concreti per occuparlo.

Nota: eventuali commenti esasperati, o comunque non graditi per il tono o i contenuti, verranno cancellati.

gattostanco @ 13:08 - Commenti (0)

15 dicembre 2006

BlogBabel

In breve, per quanto mi sia possibile, e in parole povere:
BlogBabel (o come si chiama) offre quella che potrebbe sembrare la solita classifica di blog italiani. In realtà viene aggiornata da tempo tenendo presente i dati provenienti da diversi sistemi di indicizzazione, gli interlink dai post e -fatto a mio parere piuttosto rilevante- i blog sono inseriti manualmente su richiesta da diversi editor e non direttamente dal curatore di ogni singolo blog. Il responsabile è Ludovico Magnocavallo. Il numero di blog registrato è oltre duemilacinquecento in questo momento.

Numerose sono le possibilità per visualizzare una lista in ordine di rilevanza che tenga conto o no della classificazione dei blog stessi. Ad esempio è possibile vedere la classifica dei blog politici, la classifica generale con esclusi però i blog commerciali, la classifica dei giornalisti o quella degli scrittori… o anche dei soli blog senza una categoria precisa e semplicemente curati da blogger ‘qualsiasi’.

Esiste la possibilità di compiere ricerche all’interno dei blog inseriti.

Di ogni blog è possibile avere informazioni dettagliate come la posizione in varie classifiche esterne con il valore massimo e il minimo o le citazioni da altri blog presenti in BlogBabel.

Nota: usare FeedBurner aiuta un poco chi ha aspirazioni di classifica.

Da questi dati ieri è stata pubblicata una mappa (non reinserisco di nuovo i vari riferimenti web) con buoni e comprensibili articoli a corredo. La mappa è territoriale, per così dire, dato che ha un senso il posizionamento spaziale nelle due dimensioni dei blog mappati. Al proposito e per esempio Fran in questo post dice: [...] mi sento una enclave splinder nel territorio diludovico.
Io invece sono proprio vicino vicino a Mauro Biani, vignettista tosto, acuto e ‘impegnato’. E pensare che non ho neanche postato il mio pensiero sulla faccenda delle coppie di fatto.
Il dominio di appartenenza credo influenzi per nulla il posizionamento grafico.
Ho letto in alcuni commenti che è allo studio una versione web interattiva (o quel che sarà, se sarà) assai più giocosa e navigabile (magari tridimensionale) come anch’io mi auguravo potesse accadere (date a un blogger una classifica e vorrà giocarci anche solo per postare in proposito, penso direbbe La Blogfoucauld :D).

A margine e per i vecchioni della blogosfera, questa riga soltanto per ricordare pop.skipintro.org

…A parte tutto questo…
Anche per dire che dal nuovo ‘pc da web’ ho nuovamente il controllo diretto sui file del blog. Così ho modificato la barra laterale inserendo al momento solo il link a BlogBabel per fare una verifica. Nel fare la modifica al volo ho usato il BloccoNote che ha incasinato il file php e questo mi ha colto di sorpresa: persino l’unico programma Windows che ritenevo abbastanza affidabile mi ha fatto uno scherzetto. E per giunta poi, perplesso com’ero, non sono riuscito a fargli salvare il php come doveva, ‘cidenti (allora ho usato un programma apposta, ma così si perde un po’ della poesia implicita nel pasticciare un codice al naturale).

gattostanco @ 19:03 - Commenti (10)

Quale strada per il gattostrapazzato?

Ho letto in questo post di La Scintilena (a proposito dei quattro anni di Pandemia):
"[...] Ai “bei tempi” La Scintilena, Pandemia e Gattostanco condividevano i piani alti della classifica dei blog più attivi di Clarence. Al momento della diaspora da Clarence, ognuno per la sua strada. [...] "

Mi ha fatto scattare qualcosa l’espressione "per la sua strada".
Mi sono lasciato prendere dai miei pensieri riguardanti il futuro prossimo in un lungo post sconclusionato fatto di dubbi sulla strada dove avviarmi (esempio: Ma il prossimo anno chissà quale sarà la direzione giusta da prendere?).
Il post l’ho salvato nel dimenticatoio e buona notte.
Gli ultimi due anni, ma soprattutto l’ultimo, mi hanno affaticato senza darmi alcune soddisfazioni ricercate con fatica e così ogni tanto sragiono (be’, un blog personale serve anche a ospitare gli sfoghi e le botte di tristezza).
In questi giorni mi viene persino in mente l’idea assurda di prendermi un lungo periodo di sosta un po’ da tutte le rotture che possono essere sospese (il lavoro prima di tutto) per concentrarmi su di me e mia moglie (e magari anche su ‘sto blog e gli altri interessi). Certo si tratta di una idea bizzarra e solo per questo mi incuriosisce. Resisterò alla tentazione, mi auguro. Forse ho unicamente bisogno di una brava strizzacervelli o di una tranquilla vacanza coccolosa.

gattostanco @ 15:11 - Commenti (3)

Alcuni post dei blogcondomini

Chiarè (la nuova ospite del condominio blogosferico Diludovico) scopre che l’eredità della madre può essere il semplice sentirla vicino aprendo il forno per tirare fuori qualcosa di buono.
Buonanima di mio padre ancora me lo vedo pulirsi diligentemente i baffi dopo un pasto. Ma è uno dei tanti ricordi che non saprei trasporre in tono poetico, ma che per me lo sono.

Principe (qui) rivela il posticino dove l’unica vera blogstar che io abbia mai considerato tale sembra essersi nascosta. Ne resterò un inossidabile fan.

Stark s’infervora (qui) per un titolo Ansa apparso un po’ sempliciotto nonostante la gravità dell’argomento.
Un mio conoscente aveva il pc pieno di video e giochini (di quel tipo) scaricati dal figlio quattordicenne. Il padre era curioso e sospettoso, ma ignaro persino di come accendere un pc. Penso che se qualcuno ci avesse sorpreso saremmo finiti in prima pagina. Ma il ragazzino non sembrò turbato, semmai apparve rabbioso per il comportamento inquisitorio del padre. …comunque si tratta di un tema che non credo di essere in grado d’affrontare nel blog.

eiochemipensavo presenta e offre a suo modo la mappa della blogosfera (qui). Ne accennavo appena nel minipost precedente. A vederla a me è venuto subito in mente HomeWorld 2 con il sottotitolo "Spazio. Strategia. Sopravvivenza." :D …Devo ancora decidere se e dove appendere la versione pubblicata dal Sole.
Sarebbe bella una versione specifica (o dinamica o come si dice) cliccabile da ogni blog con la classica indicazione Voi Siete Qui (e con linkato ogni blog). Una sorta di cartina web della blogosfera basata sugli stessi parametri scelti per crearla (probabilmente sarebbe un po’ pesantuccia, ma assai divertente rispetto alla solita struttura testuale delle directory di link).

Louie è indaffaratissimo tra il lavoro e il dottorato. La vera sfida è trovare il tempo, almeno un poco, per leggere. Perché a volte un paio di libri sono un toccasana.
Oggi aspettando il treno che mi riportava mia moglie sono andato in edicola e ho comprato due vecchi, ma pregevoli, Cosmo della Nord. Seduto in auto a leggere con la lucina di servizio si è dovuto avvicinare un signore per urlarmi che intasavo il traffico dato il macello di auto che nel frattempo s’era creato tra la stazione e il Postamat (sempre pieno di gente in coda, chissà poi perché) e i loschi figuri dato che non sentivo i clacson inviperiti e gli abbaglianti allucinati degli automobilisti dietro di me che mi sentivo beato in mondi lontani (anche se uguali nostro mondo) chiuso dentro l’auto davanti ai cassonetti.

gattostanco @ 02:29 - Commenti (7)

14 dicembre 2006

Minipost: ora esco e compro il Sole 24Ore

Sembra che sia indicato anch’io nel nero poster a doppia pagina che mostra una porzione della blogosfera italiana pubblicato dal Sole 24Ore con i dati di Ludo.
Ora esco e compro il Sole 24Ore (magari a corredo c’è anche qualche degno articolo).

gattostanco @ 14:40 - Commenti (1)

Scuse per le belinate segnalate

Recentemente un noto blogger e giornalista e mio punto di riferimento (che ossequiosamente non linko in questa circostanza) ha postato un intervento che a me pare una sorta di mea culpa sulla rapidità e relativa superficialità con le quali in blogosfera a volte è accaduto anche a lui di segnalare iniziative o di dare un affrettato parere investendo la propria autorevolezza.

E allora ?

Nel mio piccolo e senza alcuna autorevolezza mi scuso col visitatore di aver segnalato qualche belinata nel corso degli anni.

Desidero sempre approfondire le segnalazioni che mostro nel blog nei limiti di tempo, di risorse e, ovviamente, di capacità che possiedo. Tento di ovviare ai limiti oggettivi delle mie capacità espandendo il tempo dedicato a sondare le iniziative che mi incuriosiscono (facendo questo ogni tanto le cestino a costo di buttare nel dimenticatoio un post magari già mezzo scritto): alcune iniziative le lascio perdere prima ancora di postarne; molte, ovviamente, non ho tempo di approfondirle e non ne digito; moltissime semplicemente non mi interessano o sono all’oscuro della loro esistenza; qualcuna, invece, penso valga la pena di un post. Sporadicamente (a mio giudizio è accaduto assai raramente) mi rendo conto d’aver segnalato una belinata solo a post inserito (e tento di rimediare nel limite del possibile).
Pur sforzandomi di non cadere nell’approssimazione, in alcune occasioni non sono stato in grado di riconoscerla a prima vista nelle iniziative altrui.
Le belinate sanno nascondersi bene e qualche volta capita che navighino per qualche tempo col vento in poppa soffiato dall’autorevolezza investita troppo in fretta, anche se in buona fede, da chi ne possiede in grandi quantità (e che ne perde un pezzetto nella bella logica della società digitale) o soffiato da chi come me semplicemente trova il tempo per linkarle in un post.

gattostanco @ 14:24 - Commenti (0)
Email: gattostanco @ gmail.com
FeedBurner:  GATTOSTANCO FEED powered by FeedBurner

gattostanco ...appunti (sospeso)
gattostanco FriendFeed
BlogBabel - BlogItalia - Wikio
Memesphere - Filter 4.0

Ultimi commenti

  • télécharger aion: It’s amazing for me to have a site, which is valuable designed for my knowledge. thanks admin
  • comparatif mutuelle pour chien: Hi! I’m at work surfing around your blog from my new iphone 3gs! Just wanted to say I love reading your blog and look forward to all your posts! Keep up the superb work!
  • kurs forex bca: Are You In Fast Need To Have Of Dollars Stride Into Faxless Payday Loans and podstawy forex news. Are You In Fast Need To Have Of Dollars Stride Into Faxless Payday Loans
  • search engines: Magnificent overcom! I need to trainee all at once as you modify your site, how to sign up to for your blog site web-site? Your accounts forced me to be any suitable option. My spouse and i were being little bit familiarised on this a person’s over the air presented vivid clear plan
  • read blog: My cousin encouraged I may similar to this site. This individual ended up being altogether proper. This article in fact made this evening. You cannot think about exactly how so much time frame I did wasted just for this info! Cheers!
  • Our Site: I’ve got understand several perfect information here. Unquestionably price social bookmarking to get returning to. I ponder the amount of hard work you set for making such a superb insightful site.
  • best lawn mower: Hey very nice blog! Also visit my web site: best lawn mower
  • http://www.gamezebo.com/: Wonderful blog! I found it while searching on Yahoo News. Do you have any tips on how to get listed in Yahoo News? I’ve been trying for a while but I never seem to get there! Thank you
  • mini enceinte pour pc portable: It is truly a great and helpful piece of information. I’m happy that you simply shared this useful information with us. Please stay us informed like this. Thanks for sharing. Take a look at my web page :: mini enceinte pour pc portable
  • Myanmar Marketing: I’ve been surfing online more than 3 hours today, but I by no means found any attention-grabb ing article like yours. It is pretty worth sufficient for me. Personally, if all webmasters and bloggers made just right content as you probably did, the web will likely be a lot more helpful than...

Trackback:

Poltrona del gatto

Chi sono?
Il Tao della Suocera
La Blogfoucauld

 AZIONISTA IMMANET - NET TO BE di ROBERTO GRASSILLI

Ospitato da Anomalia grafica
Template by Principe
Traduzione in giapponese (KutaKuta Neko) di Gilgamesh
Favicon di Ted

Cerca in gattostanco

Blogosfera

Black Cat
Annarita
Anomalia Grafica
calzino spaiato
(C)assetto Variabile
Cletus
DElyMyth
eiochemipensavo
Gaspare
giuliomozzi (sospeso)
Grassilli Warehouse
kimota
La pupa c'ha sonno
Louie
Marco Candida
marcoscan
Myst
night passage
Papino & C.
Perché no?
Principe
Radici dell'ozio
Scopriamo l'acqua calda
Shangri-La
Un altro tempo
8:49 pm
Alessandra Galetta
All about nothing
Akatalepsia
Andrea Beggi
Bloggo Intestinale
Blog Notes
Blogsenzaqualit
Bottega di Lettura
Cabaret Bisanzio
caracaterina
Ciccsoft
Corax
Daveblog
Debito di sonno
Deeario
diario di Untitled io
Diario Semistupido
Dorigo - in inglese
eCuaderno - in castigliano
EmmeBi
Errore 404
Falso Idillio
Gaspar Torriero
Gattusometro
Giavasan
Gilgamesh
Giovani Tromboni
Giovy's blog
giuseppe genna
gruppo h5n1
Haramlik
Herzog
Il Mignolo col Prof
il mio karma
il Morso della Vipera
il sentiero giusto
il Tao dei blog
iMod
Incipiterazioni
Inkiostro
Intempestiva
jtheo
Kurai
letturalenta
Luca Conti
Luca De Biase
mae*
Macchianera
Manteblog
.Mau.
MeicheNada
Momoblog
Nyft
Numerabile
officialsm
Paese d'ottobre
Paolo Valdemarin
Pandemia
Pasta Mista
Peluche - in castigliano
PensieriInecCesso
Personalità Confusa
Phoebe
Placida Signora
Quasi.dot
Qix
Rael
Ramon Ananos - in castigliano
Reflexiones e irreflexiones
Rolli
Sai tenere un segreto?
Salgalaluna
Scintilena
Secondo Piano
Sergio Maistrello
SmokingPermitted
Stefano Salvi
Squonk
Surreale
Terre Alte
To drown a rose
Tom
Uccidi un grissino
Webgol
Vibrisse, bollettino
Wittgenstein
vogliaditerra
xantology
Zio Burp
Zop
Zu

Varie

Feed by gattostanco
RSS Atom
Commenti
RSS parziale

Feed by FeedBurner


Blog link by Technorati

Wikio - Top dei blogs





 STATISTICHE

porticina: Login